Donne non si nasce, si diventa

Donne non si nasce, si diventa
rundesign

Giovedì scorso, il 21 novembre, sono stata parte di un evento che ha organizzato la azienda Azimut rivolto alle Donne. Io ero una delle partner insieme ad altre cinque straordinarie figure.

La serata aveva come scopo, “coccolare” le loro clienti e far passare loro una serata piacevole e divertente. C’erano una stilista, una gemmologa, una personal shopper, e altre due che non sono neanche riuscita a conoscere!

Io, come Life Coach, ho invitato le persone che sono venute a creare il loro collage. Una delle tecniche che uso con quasi tutti i miei clienti perché funziona benissimo ed è divertente!

Ad aprire le danze alle 18:20 e mettere mani all’opera sono stati due uomini. Poi da li, il tempo è volato tra racconti e ritagli!

Sono rimasta soddisfattissima dell’entusiasmo e il coinvolgimento delle donne.

Quando lo fanno i miei clienti, che mi conoscono, è un conto. C’è già una relazione, una cornice, una storia. Giovedì ho però confermato per l’ennesima volta come le persone hanno la creatività e la voglia di esprimere chi sono, a portata di mano. È li pronta per uscire!

Una delle belle cose è che all’inizio le partecipanti sembravano confuse vedendo altre facendo il collage ma una volta che capivano l’idea, facevano il clic e partivano. E’ Una delle tecniche che uso di più, perché il collage è un insieme di immagini, disegni, materiale, adesivi, parole, qualsiasi cosa tu voglia, che rappresentino cosa ti piace e chi sei tu.

Sfogli tra le riviste, e scegli le cose che ti piacciono… tutto li!”

Quest’opera diventa il tuo nord durante i momenti difficili e ti aiuta a ricordare chi sei veramente rendendo tutto più relativo.

Come diceva Simone de Beauvoir, novellista e filosofa francese: “Donna non si nasce, lo si diventa.”

È stato bellissimo vedere queste donne di successo, professioniste di alto livello, concedersi uno spazio per giocare, sognare, ridere e mettersi in gioco. “Ritagliarsi” uno spazio dove lasciarsi trasportare delle emozioni, dalla pancia e del cuore,

e creare un cerchio dove condividere. Una volta questi cerchi erano quelli dove si faceva a maglia o si cucinava.

Giovedì, creavano se stesse!

E’ in questi momenti che uno diventa Donna.

Chi ha avuto CUOR-aggio, ha accettato il mio invito a farlo dopo aver pensato, “perché no?

Devo solo pensare a cosa mi piace, a chi sono io e cosa voglio”. Facile no?

Questo è uno dei modi per creare e ricreare te stessa giorno dopo giorno ricordandoti chi sei e cosa vuoi. Poi il “come” arriva…fidati di me!

Sono molto felice di continuare a espandere il mio sogno. Il sogno di creare un meraviglioso cerchio di donne dove ci si aiuta e ci si diverte.

Quindi grazie, grazie di cuore alle meravigliose donne che hanno fatto parte di questa bellissima serata.

Fino alla prossima volta che ci incontreremo…vi abbraccio e auguro una bella settimana!

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*