fbpx

Viviamo in un mondo VUCA oppure BANI?

Viviamo in un mondo VUCA oppure BANI?
Tamara
Bani o Vuca?

L’altro giorno mi trovavo ad un evento in un’azienda di ingegneria e uno dei manager presenti, mentre si discuteva di V.U.C.A., mi ha presentato un nuovo acronimo che sta prendendo il suo posto, ovvero B.A.N.I.

Partiamo da un concetto chiave: il cambiamento è parte integrante della nostra vita, unica costante che accomuna tutti noi.

Il termine VUCA nasce alla fine degli anni ’80, quando la fine della Guerra Fredda era già in vista e si apriva un orizzonte senza precedenti senza il confronto tra le due grandi potenze. Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti sviluppò una visione per descrivere il nuovo mondo attorno a quattro dimensioni: Volatile, Incerto, Complesso e Ambiguo.

Dal dipartimento della difesa questo termine si è diffuso sempre di più fino a diventare di uso comune nel mondo degli affari e non solo.

Questa narrazione o metafora del mondo che viviamo è rimasta valida fino al 2016, quando Jamais Cascio conia il termine BANI che rimane nell’ombra fino a qualche mese fa, merito anche della situazione globale che la Pandemia e adesso la guerra in Ukraina sta lasciando.

 

Che cosa significa BANI?

Brittle – Fragile: hai presente i castelli di sabbia, che sembrano solidissimi e alla prima onda vengono completamente distrutti? Questo è il tipo di fragilità a cui si fa riferimento in questo caso, un vero senso di forza illusorio. 

AnxiousAnsia: l’ansia causata dai continui cambiamenti. Questa ansia può portare a un bisogno di immobilità e all’essere passivi quando si ha la sensazione che i cambiamenti siano una valanga e che non ci sia modo di influenzarli. A peggiorare la situazione in questo caso c’è l’info-obesity che subiamo dai media.

NonlinearNon lineare: la sproporzione tra causa ed effetto. Ad esempio oggi possiamo vedere l’impatto sul clima come risultato di azioni intraprese 40 anni fa; queste conseguenze potevano essere previste allora? C’è una grande differenza tra quello che succede e il modo in cui effettivamente lo percepiamo.

IncomprehensibleIncomprensibile: è la conseguenza dell’eccesso di informazioni e della loro natura spesso controintuitiva.

“BANI” comprende quindi l’instabilità e le situazioni caotiche, sorprendenti e disorientanti. Il termine “ambiguo” non è sufficiente per descrivere il modo in cui viviamo il mondo; una spiegazione migliore è che le nostre esperienze sono incomprensibili e generano ansia.

Credo che leggendo queste parole, anche se non hai dimestichezza con termini che riguardano il mondo degli affari, tu abbia ritrovato molto del new normal che stiamo vivendo. 

Le sensazioni che vengono descritte da questi concetti sono frutto anche degli ambienti multigenerazionali che viviamo ogni giorno e colpiscono la nostra vita in modo trasversale e verticale.

Il cambiamento c’è, e sempre ci sarà, ma noi possiamo smettere di subire questa situazione e affrontarlo. Come?

Alla base c’è la flessibilità, abilità che il pioniere della teoria dell’evoluzione riconobbe come chiave per l’evoluzione della specie. 

La fragilità può essere affrontata con la resilienza, la capacità di rialzarti con il mindset che le cadute non fanno altro che renderci più forti;

L’ansia può essere affrontata con l’empatia e per esempio la mindfulness. Con la consapevolezza che ogni uno di noi ha le capacità di gestire se stesso in ogni momento;

La non linearità può essere affrontata con il contesto e la visione d’insieme. E’ fondamentale ogni tanto fare un zoom out e prendere una prospettiva più allargata.

L’incomprensibilità può essere affrontata con la trasparenza e l’intuizione. Con la comunicazione e apertura verso domande diverse per trovare risposte diverse. 

 

VUCA e BANI si rifanno alle percezioni e alla necessità che tutti noi abbiamo di trovare un senso al mondo, e la versione che verrà accettata sarà quella che meglio si collega alla nostra particolare visione della realtà in ogni momento.

L’unica certezza è chi sei tu, chi siamo noi come individui e come alleniamo il nostro muscolo emotivo. Più ogni persona si sente solida e centrata dentro, più ci sentiamo sereni di poter gestire le sfide che la vita ci presenta. E il mondo adesso ci chiama a farlo INSIEME.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*